Alla scoperta di Creta

Le giornate si allungano, il clima diventa più mite e a tratti sembra di poter respirare un anticipo di estate nell’aria. Le vacanze sembrano ancora lontane, ma perché aspettare per pianificarle?

Maggio e giugno sono dei mesi perfetti per concedersi un preludio d’estate, specie se si scelgono delle mete poco affollate, ma avvolte dal clima mite. Tra le varie scelte, oggi parleremo della Grecia e nello specifico dell’isola di Creta.

Perché scegliere Creta?

L’isola di Creta, con la sua forma stretta e lunga, è la quinta isola più grande del Mediterraneo. Offre una varietà di itinerari tra mare, cultura, archeologia e storia, per una vacanza davvero indimenticabile.

È  l’isola di Minosse, del labirinto di Dedalo, del vorace Minotauro, dell’amore naufragato tra Arianna per Teseo e del famoso filo che lo condusse fuori dal labirinto una volta sconfitto il Minotauro a mani nude.

Un’isola dai paesaggi variegati: dalle acque incredibilmente turchesi, con spiagge bianche e ventilate, passando dalle aspre e imponenti cime delle Montagne Bianche con le Gole di Samaria, alle sconfinate vallate verdi costellate di uliveti e frutteti.

Per girare tutta la sua vasta superficie, occorre più di una settimana, ma con qualche consiglio e qualche dritta riuscirete a non perdervi i punti principali dell’isola.

6 posti da non perdere a Creta:

  1. Il palazzo di Cnosso è il più importante sito archeologico dell’età del bronzo dell’isola di Creta. Attorno al 2000 a.c. divenne il centro vivido della civiltà Minoica. Ad esso sono legati numerosi miti della mitologia Greca. Nel 1894 è stato portato alla luce dall’archeologo inglese Sir Arthur Evans, nell’antichità il palazzo era composto da oltre 400 stanze, collegate da sontuose scalinate. Anche se ad oggi può risultare difficile immaginarlo nel suo splendore dell’epoca, si riesce a visitare la stanza del trono di Minosse e i famosi bagni della regina, assolutamente innovativi per l’epoca decorati con splendidi affreschi.
  2. Le Gole di Samaria con i suoi 18 km di estensione, sono considerate le gole più lunghe d’Europa, offrono una varietà paesaggistica notevole. Qui gli amanti delle passeggiate possono soddisfare le loro voglie con un percorso trekking che parte da oltre 1200 metri di altitudine, per terminare al livello del mare.
  3. La spiaggia di Elafonissi Chiamata anche i Caraibi del Mediterraneo è una spiaggia dalla sabbia fine e bianchissima, dall’acqua trasparente e dai fondali bassi. La spiaggia, situata nella zona sud-ovest dell’isola, si raggiunge dopo un percorso tortuoso tra montagne e dirupi.
  1. Heraklion, è la capitale di Creta, centro economico e culturale dell’isola è una delle località turistiche più frequentate della Grecia. La città ospita il Museo Archeologico che conserva la più grande collezione d’arte minoica. Inoltre il dominio veneziano sull’isola ha lasciato in eredità alla città di Heraklion il Castello a Mare, un maestoso edificio che sovrasta il porto e il vicino Arsenale.
  2. La città di Chania, sorge sulle rovine dell’antico insediamento di Kydonia, il centro più importante della civiltà minoica dopo la caduta di Cnosso. Durante il dominio veneziano la città conobbe il suo massimo splendore, tanto da esser sopranominata laVenezia d’Oriente. Il centro della città è molto elegante grazie agli stupendi palazzi veneziani e turchi, alla bella cattedrale nell’ampia piazza, al minareto della chiesa di Agios Nikolaos, alla moschea dei Giannizzeri.
  1. La spiaggia di Falassarna. un’altra delle spiagge paradisiache di Creta, ha sabbia finissima e fondale basso e per questo è adatta anche alle famiglie con bambini, a differenza di molte spiagge dell’isola è più riparata dalle forti raffiche di vento.

Creta riserva davvero mille risorse, non vi resta che segnare le date sul calendario, fare i bagagli e partire.

Scoprite i pacchetti riservati all’isola di Creta e alla Grecia sul nostro sito.